Approdi: il gruppo di lettura

La nuova edizione del gruppo di lettura del Circolo.

Perché Approdi?
Perché gli autori che abbiamo scelto scrivono quella che viene definita World Literature: sono nigeriani, indiani, cubani... ma anche australiani, canadesi, inglesi...

Le loro narrazioni sono la storia di un ritorno - linguistico, umano - all’identità composita che il contesto post-coloniale in cui sono vissuti ha contribuito a creare. Eternamente sospesi tra due o più mondi, i protagonisti delle storie che andremo a leggere sono intrisi dell’esperienza dello scrittore, vero e proprio corpo che traduce il passaggio fisico - e letterario -  tra due o più realtà.

Date e autori affrontati:
Jean Rhys - IL GRANDE MARE DEI SARGASSI  26 settembre, 24 ottobre 2017
Patrick White - L’ESPLORATORE  7 novembre, 28 novembre 2017
Chinua Achebe - LE COSE CROLLANO  12 dicembre 2017, 9 gennaio 2018

Tutti gli appuntamenti si svolgeranno dalle ore 21.
L'ingresso è UP-TO-YOU (offerta libera), riservato ai soci Arci.
 

I testi affrontati durante il percorso:

Jean Rhys, Il grande mare dei Sargassi, (Adelphi) - Gran Bretagna / Caraibi
A cura di Alice Cucchetti

«Sembrava un così povero fantasma, ho pensato di scriverle una vita». Con queste parole Jean Rhys sintetizza la genesi di Wide Sargasso Sea, il suo antefatto immaginato di un capolavoro britannico, Jane Eyre. Chi è Bertha, la pazza nella soffitta, lo spettro simile a una bestia selvaggia che terrorizza Jane e manda a monte il romantico matrimonio con il nobile Rochester? Rhys prova a rispondere: Antoinette, bellissima ereditiera creola, nata in Giamaica, cresciuta nella lussureggiante natura dei Caraibi sotto il presagio di un destino segnato. Pubblicato nel 1966, oltre cent’anni dopo il romanzo di Charlotte Brontë, un testo imprescindibile della letteratura non solo post coloniale, un viaggio postmoderno dove il sogno si confonde con l’incubo.

N.B. La lettura di Jane Eyre non è obbligatoria, ma fortemente consigliata. Potete barare guardando uno degli adattamenti cinematografici (l’ultimo è del 2011, con Mia Wasikowska e Michael Fassbender), ma sapete che non è la stessa cosa!

 

Patrick White, L'esploratore, (Einaudi) - Australia
A cura di Jessica Musto

1845, il tedesco Johan Ulrich Voss è un uomo tutto d’un pezzo ma è anche un fervido sognatore: vuole tentare la prima traversata dell’Australia, luogo di terre ancora ignote e ignare all’uomo. “L’Esploratore” è una vicenda lineare, attraversata da deserti inaccessibili, uomini rozzi, mercanti, galeotti ma è anche la storia d’amore tra Voss e Laura Trevelyan, nipote di un ricco australiano di prima generazione, fatalmente congiunti ma irrimediabilmente lontani. “l’Esploratore”, non è un romanzo storico ma una favola, il tracciato di un percorso sacro, una mappa infernale ed illuminante.

 

Chinua Achebe, Le cose crollano, (La Nave di Teseo) - Nigeria
A cura di Carolina Crespi

Okonkwo è un guerriero, un lottatore, un uomo ambizioso e rispettato che sogna di divenire leader indiscusso del suo clan. Dal suo villaggio Ibo, in Nigeria, la fama di Okonkwo ha anche un carattere fiero, ostinato:non vuole essere come suo padre, molle e sentimentale, lui è deciso a non mostrare mai alcuna debolezza, alcuna emozione, se non attraverso l'uso della forza. Quando la sua comunità è costretta a fronteggiare l'irruzione degli europei, l'ordine delle cose in cui Okokwo è nato e cresciuto comincia a crollare, e la sua reazione sarà solo il principio di una parabola che lo porterà nella polvere: da guerriero temuto e venerato, a eroe sconfitto, oltraggiato.

martedì 28 novembre 2017, ore 21:00
martedì 12 dicembre 2017, ore 21:00
lunedì 9 gennaio 2017, ore 21:00
Via Galvani 2bis, Busto Arsizio VA
Ingresso esclusivamente riservato ai soci Arci
Scopri come aderire